LUCIA, QUANDO LA FOTOGRAFIA NON HA ETA’

La sua passione non conosce età. A 55 anni portati con orgoglio e con quell’adrenalina che le ventenni di oggi potrebbero invidiarle, Lucia si è tolta il desiderio di entrare nel mondo della fotografia, realizzare scatti di autentica femminilità e trasformare la sua naturale semplicità in un elemento forte sul set. La sua è una storia non come tutte le altre, se non altro per quel che dice la carta d’identità e per gli scogli (alias, pregiudizi) che ha dovuto superare quando ha deciso di scendere in campo e mettersi in gioco sotto i riflettori. Ma ormai di acqua ne è passata e Lucia, orgoglio frusinate, si è conquistata sul campo delle soddisfazioni da sogno. Una, quella di finire addirittura su Vogue, grazie alla maestria dell’amica-fotografa Patrizia Paradiso. Ma non solo. Lucia gira l’Italia realizzando set ogni volta nuovi e dimostrando che la confidenza con il proprio corpo, associata ad una delicata eleganza, può trasformarsi in un’esplosione di passione capace di conquistare anche gli occhi più raffinati.

Ma questa nuova strada non ha cambiato la Lucia di sempre…

Proprio così, sono rimasta una donna semplice, umile, schiva, più timida di quel che si potrebbe immaginare guardando le mie fotografie. D’altronde anche io, quando mi sono tuffata in questa avventura, non pensavo che ne sarei stata all’altezza. Invece, anche grazie ai fotografi che ho incontrato lungo il mio cammino fotografico, mi sono sempre trovata a mio agio e ho sempre trovato persone che mi hanno incoraggiata, spronata ad andare avanti.

Ed infatti, tu non ti sei fermata.

Ad un certo punto, è stato naturale continuare a mettersi in gioco. Il mio ruolo di fotomodella oggi mi regala soddisfazioni straordinarie, le tante collaborazioni mi hanno permessa di crescere artisticamente e professionalmente, aiutandomi a mettere in gioco me stessa davanti a flash e obbiettivi. Alla faccia di chi diceva che ero troppo vecchia…

Dicevamo dei tuoi traguardo.

Uno è stato quello di essere pubblicata su Vogue online, è stato davvero incredibile e tutt’oggi ne sono emozionata quando ci ripenso. Ma io di carattere sono riservata, non tendo ad ostentare quel che ho ottenuto, pur essendo consapevole dei traguardi tagliati. Così, ricordo con piacere shooting in cui la mia persona è diventata una proiezione dell’immagine nel futuro, con alcuni scatti che sono andati a far parte di un libro.

Cos’è diventata per te la fotografia?

È un’arte nobile: ho imparato a conoscerla e ad apprezzarne la bellezza. Questo mi ha motivata a mettermi in gioco anche con la mia fisicità; trovo che la fotografia valorizzi un corpo, anche se leggermente spogliato, perché ne dona una valenza estetica, non meramente esibizionista. Il segreto in tutto questo è il feeling che si viene a creare col proprio corpo e col fotografo. Io non ho mai vissuto momenti di imbarazzo e ho sempre pensato che la complicità fra tutte le persone presenti sul set sia il requisito principale per stupire chi guarderà quella fotografia.

Lucia è diversa sul set e nella vita quotidiana.

Proprio così: nella vita di tutti i giorni immaginatemi sportiva, struccata, indaffarata, con un amore viscerale verso lo sport, la musica, la danza, la palestra. Ma la fotografia è diventata una passione che ha intriso, e colorato, la mia quotidianità: ecco perché mi piacerebbe qualche collaborazione con brand o con fotografi professionisti, con i quali condividere nuovi progetti. Ho voglia di sperimentare, di continuare a mettermi in gioco, con i miei pregi e con i miei difetti. E ho voglia di raccontarmi anche attraverso i social, per dimostrare che l’età non è una barriera, ma un valore aggiunto nel mio cammino fotografico.

CONTATTI SOCIAL

https://www.instagram.com/lucia.model67

https://www.instagram.com/silver.me67

CREDITS FOTOGRAFICI

Ph. Max Oliverio

Ph. Luca Graziani

Ph. MMN

Ph. Photo Palmieri

Ph. Claudio Mino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*