MARIA ROSA TIGANI E… UNA PASSIONE TUTTA DA SCOPRIRE

Un lavoro come assistente alla poltrona in uno studio dentistico, una passione che ormai si trascina da 6 anni: quella verso la fotografia. Maria Rosa Tigani ha 28 anni, abita alle porte di Milano ed ha un’energia travolgente. Solare, empatica, sorridente, un istinto che non manca mai. Ed è probabilmente questa sua forza ad averla spinta a superare qualche timidezza iniziale e a buttarsi da protagonista sotto i riflettori. Così, le sue fotografie trasmettono sensualità, classe ed eleganza senza mai passare i confini della volgarità. Un elemento che la distingue dalla massa.

Com’è iniziato il tuo percorso nella fotografia?
Sono stata contattata tramite Instagram da alcuni fotografi e ho deciso di buttarmi e mettermi in gioco. È stata un’esperienza piacevole, si sono instaurati rapporti di fiducia con alcuni fotografi che nel tempo mi hanno portata ad essere io la protagonista sotto i riflettori. Mi piace la fotografia come mezzo di espressione, ma non deve mai cadere nella volgarità. Si può essere femminili e sensuali anche da vestite, anzi questa è la vera sfida…
Un percorso che si è arricchito con tante esperienze.
Ho un fotografo di fiducia con cui spesse volte scattiamo a Milano, ma ho anche capito che gli eventi non fanno al caso mio! Essere al centro dell’attenzione non mi crea alcun problema, ma quando gli sguardi sono prolungati… la mia autostima scende leggermente! Molto meglio essere sul set, costruire la posa insieme ad un fotografo e guardare il risultato finale. Quello mi appaga in modo straordinario…
A proposito: i tuoi scatti, e la tua persone, attirano sguardi…
Ma, ripeto, quelli non mi creano problemi. Forse sono quelli delle donne gli sguardi a cui occorre fare attenzione, la solidarietà femminile mi sembra che stia lentamente scomparendo… Certo, uno sguardo deve essere delicato, mai ossessivo. E poi, lasciatemelo dire: oltre allo sguardo, molte volte vorrei che gli uomini tirassero fuori anche il carattere. Quello è ciò che fa davvero la differenza nelle persone!
Che rapporto hai con i social?
Diciamo che… non è semplice da descrivere! Ci sono giorni in cui sono molto social e altri in cui sparisco completamente. Non punto sulla quantità, ma sulla qualità: poche foto, ma… buone! È una filosofia che segue il mio mood: ci sono giorni in cui mi vedo così così, ed altri in cui la mia autostima cresce enormemente e mi fa venir voglia di pubblicare contenuti dove emerga la mia femminilità!
In compenso, viaggi verso quota 15mila followers…
Che sono tanti ma, naturalmente, riconosco non sufficienti per potermi definire una influencer. Sono cresciuta molto alcune estate fa, pubblicando fotografie dalle spiagge in cui ero in vacanza. Ricordo che in meno di una settimana passai da mille a 5mila followers… Ecco, dovrei prendermi più cura dei miei account, è un impegno che mi prendo per questa estate: sarò in vacanza prima in Calabria e poi a Ibiza, avrò modo di pubblicare con più frequenza per la gioia di chi mi segue!
Insomma, val la pena seguirti!
È un invito che faccio a tutti… vedremo chi lo ascolterà! Di certo, quando mi metto in posa supero ogni insicurezza e mi piace mostrare i lati di me. Eppure, il messaggio che voglio veicolare tramite Instagram rimane sempre quello della semplicità e della simpatia. Sono una ragazza qualunque, acqua e sapone, con una passione verso l’immagine…
Cos’altro bisogna sapere di te?
Sono una ragazza timida, ma quando mi puntano una macchina fotografica addosso… riesco a estrarre fotografie intrise di femminilità. Sono una persona solare, socievole, penso di essere simpatica e umile. Alle volte sono troppo buona, ma col passare degli anni qualche miglioramento c’è stato! Adoro la palestra, mi piace Netflix, ogni tanto esagero col cioccolato e… nei weekend mi piace divertirmi! Non perdo mai il sorriso e tengo i piedi per terra. In futuro mi immagino ancora impegnata, come oggi, in un lavoro che mi dia soddisfazioni. E, forse, continuerò a realizzare fotografie…
CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/mariarosatigani/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*