MATILDE BERRIGHI, UN VOLTO NUOVO TUTTO DA SCOPRIRE

Questa è la storia di una ragazza riservata, ma che all’occorrenza è capace di estrarre il lato più femminile di sé stessa e mettersi in gioco in contesti sempre nuovi. Matilde Berrighi ha appena 19 anni ma ha già dimostrato che classe ed eleganza fanno parte del suo dna. Sorriso contagioso, umiltà da vendere e piedi ben piantati per terra. Ma, a onor del vero, di lei si sono accorti i più bravi fotografi del Piemonte e altre porte sembrano essere lì lì per aprirsi. Matilde non si scompone, viaggia veloce verso il diploma al Liceo Scientifico internazionale e attende di delineare il suo percorso formativo. Detto questo, ha voglia di sperimentare. Nella vita lo ha sempre fatto, a partire dallo sport: l’elenco di discipline provate spaziano dal volley ai roller, dalla thai boxe al rugby, dal crossfit al basket. Ecco, qualcosa di simile potrebbe ripetersi nel mondo della fotografia al quale si è avvicinata nel 2020 e oggi, dopo una decina di set già in archivio, questa passione sta iniziando a diventare decisamente più seria. “Tutto è nato per caso, sono stata notata ad una festa di Carnevale da un fotografo, gli sono piaciuta e abbiamo realizzato il primo shooting – racconta – Un anno più tardi è iniziata la collaborazione con Nicolas Nicastro con cui si è creato un feeling professionale davvero straordinario. Grazie a lui ho capito cosa significa posare e come si ottengono immagini sensazionali. Quando le riguardo, quasi non ci credo che sono proprio io la protagonista…”. Ecco, Matilde è fatta così. Quasi a sminuirsi quando il suo fascino sta conquistando anche il popolo dei social che la trovano mai banale e mai volgare.

Riavvolgiamo il nastro: sei giovanissima ma anche… lanciatissima!

Sono impegnata nel mio percorso scolastico, sto dedicando tempo ed energie per poterlo concludere nel migliore dei modi, anche in un’ottica di soddisfazione personale. Fra qualche settimana sceglierò il mio futuro e capirò quale ulteriore strada voglio intraprendere. Ma in questa fase della mia vita, non voglio precludermi nessuna possibilità.

E, fra queste opportunità, figura anche il mondo della fotografia.

Proprio così! Un’avventura iniziata nel 2020 quasi per caso, poi interrotta a causa del Covid, poi ripresa grazie alle persone giuste che mi hanno permessa di esprimermi facendomi sentire pienamente a mio agio. Ho avuto il piacere di scattare in luoghi da favola, di essere la protagonista di un set in un castello incantato. Esperienze stupende e mai imbarazzanti: spesso le persone presenti mi hanno fotografata o ripresa mentre posavo, io ho vissuto quei momenti con orgoglio e un pizzico di soddisfazione.

Cos’è diventata oggi, per te, la fotografia?

Mi intriga, perché mi piace che vengano immortalati dei momenti, che restino per sempre dei ricordi tramutati in immagini. Ma io… sono anche sempre preoccupata di non esprimere abbastanza davanti all’obbiettivo. Pregiudizi che poi vengono spazzati via quando guardo il risultato finale e quando capisco che l’occhio del fotografo riesce sempre ad esaltare la mia femminilità. Certo, il mio rapporto con la fotografia dipende anche dal mio mood giornaliero: seguo l’istinto, mi fido di come sto e… se sono fiduciosa, mi piace sperimentare!

Le tue immagini stanno caratterizzando anche il tuo profilo Instagram…

Sui social trascorro molto tempo, sono una valvola di sfogo e adoro il fatto di poter essere in contatto con le persone. Pubblico tutto ciò che mi sento di condividere con gli altri, mettendo in gioco tutti i lati di me stessa. Certo, aver pubblicato i miei scatti, in particolare quelli dove ho espresso la mia sensualità, mi ha portato a ricevere molti complimenti e qualche critica. Ci sono stati fotografi che hanno difeso le mie pose e altre persone che hanno avuto da ridire sul fatto di aver posato così femminile. Quello che mi chiedo io è questo: basta uno scatto più malizioso per rivendicare il diritto di giudicare una donna?

Anche perché tu nel tuo quotidiano…

Sono timida e riservata, a conferma che una foto non significa proprio nulla! Adoro la fotografia, così come lo sport e i film romantici, sono una ragazza che adora stare con la propria famiglia e che al tempo stesso si diverte a far festa quando ce n’è la possibilità. Fermarsi all’apparenza per esprimere un’opinione lo trovo davvero limitativo.

Come ti piace apparire nel quotidiano?

Mi piace essere curata senza mai esagerare. Sono alta 167 centimetri, per cui i tacchi per me sono un must quando voglio… spiccare! Mi piace indossare abbigliamento che valorizzi la mia fisicità, senza mai scadere nel banale. Ma mi piace anche che mi si distingua per come indosso alcuni abiti, per come li abbino e per l’immagine che trasmetto. L’idea di avere qualche occhio addosso… lo confesso, non mi dispiace!

A proposito: adori lo shopping…

Proprio così! Mi piace comprare tacchi e vestiti brillantinati, mi piace farmi trovare pronta per l’estate con costumi particolare e vestiti leggeri. Ve l’ho detto: sono timida, ma quando il contesto è quello giusto… divento festaiola!

CONTATTI SOCIAL

https://www.instagram.com/matilde.berrighii/

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*