Viky Moore, da star dei night ai video sexy sui social

La famosa star racconta il cambiamento dell'hard e dei locali notturni

Vicky Moore, piemontese di adozione, protagonista delle serate piccanti e dei sogni di tanti italiani. Si racconta per noi, svelando qualche curiosità quando girava in lungo e in largo per i locali.

“Dopo più di 25 anni  sono ancora qui  ad  intrattenere i miei fans che mi seguono con passione da moltissimo tempo”, racconta, “Ma c’è anche qualche tenero pulcino che è interessato a me”. Più di uno, si direbbe, dal momento che solo il suo profilo Twitter è seguito da 25,1 mila persone.

“Sono un’attrice, nata come ballerina e poi via via sempre spinta dalla mia anima sempre molto ribelle. Fin da ragazzina volevo fare ogni tipo di esperienza: per 17 anni ho lavorato nei nightclub di tutta Italia . Lì ho imparato e affinato l’arte dell’intrattenimento”. I night all’epoca erano veri e propri locali in cui trascorrere le serate: “Ambienti luccicanti ma trovavi ancora il mago, il contorsionista, per arrivare allo show di mezzanotte per andare avanti fino alle tre. Quel mondo era davvero magico”.

Ecco com’è nata Viky Moore come la conoscete oggi, tanta gavetta e performance da fare girare la testa. Poi sono arrivati i film. “Volevo assolutamente fare parte del mondo dello showbiz. All’inizio ero timida e piena di insicurezze, dopo un po’ come in tutte le cose l’esperienza ti dà la sicurezza. Cosi via via sono diventata anche io la star della serata con i miei manifesti sul muro delle strade sui tabelloni delle città”.

Il personaggio è cresciuto in popolarità e Viky faceva ormai parte del firmamento delle star sexy. “Erano gli anni 2000. Ho fatto programmi notturni come Vizi Privati fino al 2010 con la mitica Maurizia Paradiso e per molti anni avevo tutti i week-end impegnati con gli spettacoli. Andavo a dormire all’alba e mi svegliavo alle 5 del pomeriggio…”.

Una vita notturna piena di soddisfazione che però segue una parabola: “Sono stata sempre consapevole che questa vita magica sarebbe finita. finché sei giovane il lavoro è assicurato, ma dopo le cose cambiano anche perché non reggi più viaggi in treno, aereo e vita notturna. Ci vuole fisico, e modestamente ce l’avevo!”.

Una vita notturna e piena di sacrifici? “Ho scelto di lavorare nei weekend, lavorando quindi soltanto due giorni a settimana. Ciò mi dava tantissimo tempo libero che potevo dedicare ai miei hobby e soprattutto all’attività sportiva che sempre stata una costante per potermi presentare al meglio durante i miei show. In questo ambiente lavorativo impari raffinare tutte le tue qualità come donna ed è una cosa bellissima nella mia vita privata di ogni modo. Ho una passione per gli animali, ho sempre avuto un  cane. Oggi sono al terzo cagnolino che mi accompagna nella mia vita. Non ho mai potuto fare a meno di un pelosetto vicino a me e mi facesse compagnia perché comunque può capitare anche di sentirsi soli facendo questo lavoro perché sei l’attrazione per eccellenza. Fai sognare tutti, ma in realtà essendo proprio irraggiungibile ti ritrovi volte solo nella tua vita reale. Ma non rimpiango niente della mia vita e del mio passato e delle mie scelte che sono sempre state ponderate responsabilmente”.

Le cose sono cambiate: “Molto. I vecchi clienti facoltosi che stappano bottiglie di champagne e volevano anche 10 donne vicino al tavolo a fare compagnia non ci sono più. E con grande dispiacere il night club di una volta, vecchio stile con vari intrattenimenti, neppure. una volta quello vecchio stile non esiste più. Infondo mi sento fortunata ad aver vissuto  parte in quel mondo dorato… ormai finito”.

Ora sei imprenditrice di te stessa: “Nel 2009 il mondo nei night ha cominciato a modificarsi diventando più lap dance e american bar, offrendo al post del privé e un’ora con bottiglia di champagne la “table dance”. Show a tempo e ragazze che si alternano. Anche il pubblico era diverso: più giovane e variegato. Intanto anche i locali scambisti ormai avevano invaso l’Italia e dato spazio agli amatori non professionisti. Con l’avvento dei social c’è stata una vera e propria rivoluzione per trovare escort e sesso”.

Social, croce e delizia per il settore: “Sono stati una risorsa sicuramente, ma allo stesso tempo si è persa la magia di cercare e vivere il sogno o l’illusione  giocosa di corteggiare e trovare compagnia nell’unico luogo (il club)

Piedi, scambi e altre stranezze…

Richieste strane dai clienti? “Ne sono capitate tantissime… Un cliente ha pagato un privé per ispezionarmi tutta con questa pila tascabile, un altro voleva baciarmi i piedi e leccarli dopo sei ore di serata… immaginate che non fossero freschissimi. Li ha baciati con i collant e mi diede 200 euro. Ancora non avevo sviluppato l’idea di fare la mistress, ma mi stavo rendendo conto di quanti schiavetti ci sono in giro. Uno aveva il vizio di avvicinarsi a me e di sussurrarmi nell’orecchio ‘mi schiacci un po’ i testicoli?’ Rimanevo un po’ perplessa però mi dava una bella mancia… infondo era divertente”. Richieste strampalate che però davano l’idea di quanto fosse variegato il mondo del sesso. “A qualcuno piaceva bere la pioggia dorata, poi ho avuto donne ne privé e coppie perché lui desiderava vederla giocare con me, oppure lei che regala a lui un po’ di trasgressione…
Uno è quasi morto: operato da poco al cuore non ha retto l’emozione di vedermi d vicino e toccarmi. E’ stramazzato con i pantaloni calati. Il 118 lo ha salvato per miracolo.
O quello che mi pagava per fare la sua fidanzata lesbo nei locali per scambisti…”

Sei conosciuta anche per una provocazione riguardante il sesso con i migranti. “E’ stato un esperimento sociale, nulla di vero che però è sfociata in un gran casino e n molti insulti.

Leggi la storia

Viky ora vende i contenuti autoprodotti, “perché questo è il futuro: sono una pornostar un po’ atipica perché ho dei limiti. Non sono la classica persona che fa di tutto. Ci sono delle cose che io non faccio non le ho mai fatte mai le farò, quindi ho deciso di creare i miei contenuti a mia immagine e somiglianza con i miei criteri. Diciamo che sono anche regista e disponibile a incontri dal vivo e come webcam girl. Mi diverto, so adattarmi come un camaleonte ai cambiamenti della vita, vendo le mie foto e video e quindi va bene così, ma sono sempre in attesa della mia grande occasione e coronare i miei sogni, come per esempio aprire una scuola di burlesque in cui insegnare alle donne a prendere più confidenza con il proprio corpo e vincere la timidezza”.

Twitter @2poluna
Onlyfans.com/viky2viky 
Vikymooremodelcentro.info 
Instagram @Viky_Moore 
Instagram @gretabelladonna

www.vikymoore.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*