La famiglia del vigile deceduto dona la sua auto alla Municipale

Venerdì 24 gennaio, l’Amministrazione comunale di Alba, attraverso il Corpo di Polizia Municipale, festeggia “San Sebastiano”- Protettore della Polizia Locale.

L’iniziativa comincia alle 18 in piazza Risorgimento con la presentazione al pubblico ed ai media dell’automobile donata alla Polizia Municipale dagli eredi dell’assistente di Polizia Municipale Gianfranco Boella stroncato improvvisamente da un malore la notte del 30 giugno 2017, nei locali comunali, al termine del turno di servizio.

In suo ricordo, nel luglio scorso, i familiari hanno ceduto al Corpo di Polizia Municipale, la sua auto personale, una Volkswagen Golf. L’automezzo quasi nuovo con soli 8 mila chilometri, è stato dotato di sirene, bande rifrangenti e di altri accessori utili all’utilizzo dagli agenti in servizio. Con la sua stessa matricola, la numero 9, l’auto farà parte del parco automezzi della Polizia locale albese costituito da sette automobili (una Jeep Renegade, due Toyota Auris, di cui una ibrida elettrica, una Toyota Yaris, una Fiat Punto, una Fiat Panda 4×4 e una Citroen C3), due motociclette e quattro biciclette.

Dopo la presentazione dell’automobile, alle 18.30 ci sarà una Santa Messa celebrata dal Vescovo di Alba,  monsignor Marco Brunetti, nella Cattedrale di San Lorenzo.

Durante la funzione liturgica saranno ricordati i vigili urbani di Alba deceduti negli ultimi anni: Pietro Bossati, Carlo Giordano, Giovanni Ghiglia, Mario Marenchino, Pietro Molino, Giacomo Pietro Grasso, Natale Attilio Giacosa, Vincenzo Croce, Cesare Bianco, Alberto Meistro, Edoardo Povero, Mario Chiappa, Giovanni Teresio Vacca, Francesco Marcarino, Giovanni Dotta, Umberto Ricco, Bruno Zanelli, Mario Cillario, Emilio Cravanzola, Gianfranco Boella, Pasquale Piccirillo.

A fine messa, la celebrazione si chiuderà con un rinfresco nell’Osteria del Vecchio Gallo, in via Cavour, 13 ad Alba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.