“Coffee Shop” nel centro di Asti

Minorenni acquistavano e consumavano a casa del pusher

L’anomalo via vai di giovanissimi in un alloggio di via Brofferio aveva insospettito i poliziotti astigiani, decisi a vederci chiaro. Tra gli avventori dell’appartamento c’erano anche minorenni, alcuni dei quali si intrattenevano molto nell’alloggio: per gli investigatori era un chiaro indizio che lì dentro si consumasse stupefacente, nel segreto delle quattro mura e magari delle famiglie. Poco dopo Ferragosto gli agenti della Squadra Mobile, coadiuvati proprio dalle le Volanti, hanno effettuato un
servizio di osservazione nei confronti di un 22enne giovane astigiano, sospettato di essere in possesso presso la propria dimora di un non meglio precisato quantitativo di sostanza stupefacente del tipo marijuana.
Nella prima serata, nel corso del servizio, il ragazzo veniva intercettato per strada, intento ad andare a salutare gli amici prima di intraprendere un viaggio vacanza all’estero.
Sottoposto ad immediata perquisizione estesa poi alla propria dimora,
dove all’interno di un mobile della cucina venivano rinvenuti ben 160 grammi di marijuana, alcuni semi della stessa sostanza, la somma in contanti di oltre 1.500 euro, frutto probabile di attività di
spaccio, oltre che appunti, ritagli, un bilancino elettronico ed altro materiale comunemente utilizzato per il confezionamento delle singole dosi di sostanza stupefacente. Il ragazzo, privo di precedenti di polizia, è stato accompagnato in Questura dove è stato fotosegnalato e denunciato per lo spaccio di stupefacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.