BERTA CORVI: UNA PROF FRA SOCIAL, TV E UNA NUOVA SFIDA

C’è prof e prof, maestra e maestra. Insegnanti che si fanno ricordare ed altri che hanno rappresentato un autentico “spauracchio” per anni e anni. Ecco, Berta Corvi appartiene decisamente alla prima categoria. Una docente “speciale” fra social, tv e una nuova attività imprenditoriale. Madrelingua francese, accento vagamente transalpino, una passione smodata per tutto ciò che è lingua, cultura, usi, costumi e tradizioni. Nel 2017 persino la RAI l’aveva notata, portandola a far parte della seconda edizione de Il Collegio, la “scuola” più ripresa d’Italia. In cattedra, davanti a decine di telecamere e qualche milione di spettatori, se l’era cavata alla grande. A suo agio come non mai. Un autentico boom mediatico che le ha permesso di salire – oggi – a quota 35.000 followers su Instagram dove quotidianamente dispensa pillole pronto-uso per cavarsela all’estero in qualunque circostanza. Se il francese resta il suo forte, la voglia di fare non le manca. Tant’è vero che da qualche mese ha aperto una scuola di lingue e corsi specialistici incentrata su un apprendimento smart e friendly. Parole inglesi che richiamano il suo modo di fare.

Berta Corvi non è abituata a star ferma.Esatto: non chiedetemelo, non fa parte del mio dna. Dopo la tv, i social, i romanzi e le traduzioni, ho creato un progetto che sento veramente mio. My Smart Ecole vuole essere un punto di riferimento per chi vuole imparare andando oltre i metodi tradizionali. Non a caso, abbiamo clienti di tutte le età che vanno dagli studenti, ai manager fino ai più anziani.

Un’esperienza che ti ha riportata in cattedra. Sì, e il filo conduttore rimane quello dell’insegnamento delle lingue straniere per capire, rapportarci e dialogare con i popoli che stanno attorno a noi. Conoscere le lingue straniere ci consente di instaurare partnership commerciali, di farci conoscere, di essere “competitivi” al giorno d’oggi.

Così, ogni giorno, sui tuoi profili compaiono “chicche” provenienti dalle lingue straniere. Un modo semplice e d’impatto per far capire che lo studio delle lingue può essere divertente e “friendly”. Ma in My Smart Ecole non si parla solo di lingue: dall’archeologia alla grafologia, c’è spazio per la creatività. Grazie ad amici e colleghi organizziamo ogni mese attività e laboratori che possano coinvolgere e divertire.

Com’è stata l’esperienza in tv per Il Collegio? Qualcosa di nuovo, avvincente, certamente stimolante. Un passaggio nel mondo dello spettacolo che mi ha incuriosita e divertita, oltre che naturalmente avermi fatta conoscere a tutta l’Italia. Ero la “prof” di francese, severa ma giusta.

Un approdo in tv… Dopo una vita passata ad avere a che fare con le lingue straniere! Lavoro da anni come traduttrice, scrittrice e interprete, ma l’insegnamento è ciò che più mi appaga a livello personale. Il rapporto con i miei studenti e il loro miglioramento nelle lingue è la sfida che ogni giorno mi piace più intraprendere. In fin dei conti, “Il Collegio” mi dava la possibilità di coniugare questi due miei lati, di costruire un personaggio versatile e moderno. Alla tv posso solo dire grazie.

La tua base operativa rimane la Brianza. Devo dire grazie all’Abruzzo, terra straordinaria che ogni volta mi regala emozioni e ricordi indimenticabili. Ma ormai da anni la mia vita quotidiana ha a che fare con Monza e Milano, città internazionale nel quale si sente parlare straniero ad ogni angolo. Ecco, vorrei che i ragazzi d’oggi capissero l’importanza di studiare: ci si apre al mondo, si incontra l’altro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.