Sanremo, festival della musica…e dei fiori

Il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri apre la conferenza stampa di oggi del 69° Festival della Canzone Italiana, che ospiterà sul palco circa 263 artisti per circa 27 ore di produzione diretta tv e naturalmente i FIORI.

Certo quello che sicuramente abbiamo percepito al momento è che i fiori siano sicuramente scesi dal palco per arrivare all’ingresso del Teatro Ariston creando due pareti, ahimè un po’ lugubri, quasi tombali…voi un giudizio.

Sanremo 2019 – conferenza stampa apertura

Ma perchè un immagine cosi leggera, colorata ed ariosa come i fiori che rappresentano l’economicità di Sanremo, sono stati relegati o scelti per costruire allestimenti cosi kitch? Anche l’immagine che viene proiettata in sala stampa per il collegamento esterno con il Palafiori riecheggia a commemorazioni funebri.

Tralasciando i fiori, man mano la voce arriva a Claudio Baglioni che simpaticamente parla della scenografia ispirata ad un onda e promette con Claudio Bisio e Virginia Raffaele un edizione frizzante e dinamica tenendo conto che per lui é una messa cantata.

“Sara un festival che si baserà sulle canzoni, non politico e possibilmente leggero” dice Baglioni che sarà sul palco anche per duettare con gli ospiti ma non con sue canzoni, come è successo lo scorso anno, ma con canzoni anche di terzi.

La direttrice di Rai 1 Teresa De Santis, dice che non sarà un festival autarchico e che ma sicuramente per l’azienda di viale mazzini é una produzione estremamente importante e che ha veicolato ancora una volta un grande introito pubblicitario superiore anche a quello dello scorso anno, confermando comunque che i costi di una kermesse come Sanremo oggi sono notevolmente ridotti ed adeguati rispetto a cosa succedeva anni fa.

ENRICO SANTAMARIA aka SANTY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.