Sequestrata una tonnellata e mezza di miele estero in una nota cooperativa

I militari del Gruppo Guardia di Finanza di Asti, in collaborazione con i funzionari dell’Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e della Repressione Frodi dei prodotti agro-alimentari (I.C.Q.R.F.) del Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo – Ufficio ICQRF Nord Ovest – Ufficio d’Area di Asti, hanno sequestrato un ingente quantitativo di miele presso una nota società cooperativa astigiana. L’attività, scaturita dal costante monitoraggio delle operazioni di importazione di prodotti in genere, spesso strumentali all’immissione in commercio di beni in evasione dell’Iva e prodotti contraffatti, ha consentito di accertare come la società cooperativa in questione, che annovera tra i propri soci diverse centinaia di apicoltori in tutta Italia, avesse acquistato miele estero. In ragione di ciò, si è provveduto ad eseguire un’ispezione presso il soggetto economico in questione, verificando che, all’interno del relativo laboratorio di confezionamento, erano presenti vari fusti contenenti miele, tutti privi delle indicazioni di origine, in procinto di essere utilizzati per il confezionamento in vasetti destinati ai supermercati della Grande Distribuzione Organizzata (GDO).

La partita di miele così rinvenuta, ammontante ad oltre 1.500 Kg, è stata sottoposta a sequestro amministrativo in relazione alle violazioni previste dalla normativa comunitaria, che prevede, in capo ai produttori alimentari, l’obbligo di tracciare il prodotto commercializzato, allo scopo di individuare e stabilire tutta la filiera di origine e distribuzione, così da garantire la genuinità del prodotto ed escludere tentativi di sofisticazioni alimentari. I responsabili della cooperativa sono stati verbalizzati secondo la norma che prevede specifiche sanzioni in caso di violazioni della norma comunitaria richiamata. L’attività si inserisce nelle quotidiane investigazioni a tutela del mercato dei prodotti made in Italy e delle eccellenze produttive nazionali allo scopo di contrastarne i fenomeni di falsificazione e contraffazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.