Moda global, senza barriere: a Milano le culture si fondono

Pizzeria

Mai sentito parlare di globalizzazione di stile? E’ l’idea global declinata alla moda, alla fusione di tendenze che si adegua al mondo che cambia, all’intreccio di etnie e di culture. La coesistenza e fusione fra popoli arricchisce la capacità di immaginare, sognare e creare nuovi stili, rispecchiando i cambiamenti delle società.

Vinny

A Coded World abbatte le barriere sociali e culturali, dando la possibilità a stilisti internazionali di presentare i propri talenti attraverso le loro collezioni. Quest’anno si sono presentati a Milano: Modement (Hong Kong) e SimoneBartolotta&SalvatoreMartorana (Italia).

A Coded World è l’acronimo di Combining Our Diverse Ethnicities Differently. Nasce da un’idea di un caleidoscopico team di creativi, con l’obiettivo di promuovere e supportare giovani talenti nel mondo della
moda, arte e musica, portatori di idee e visioni al di là delle barriere culturali. www.acodedworld.com

MOdement from Hong Kong è la creatività alo stato puro, specialmente quando si tratta di affrontare idee
relative ai ruoli dettati sulla base del genere. La sua estetica progressista le è valsa numerosi premi internazionali. Nella la sua ultima collezione si fa riferimento ad un passo della Genesi.

Ammiratori dello stile tragico, intenso e teatrale di Alexander McQueen, Simone Bortolotta e Salvatore
Martorana posseggono uno stile che, a definirlo, sembra quasi un ossimoro perché è concreto ed astratto
allo stesso tempo.

Pizzeria

Autore dell'articolo: Live

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *