Nasce la birra del Monferrato con il malto delle colline

Da Villafranca d’Asti, ieri sera, martedì 25 luglio, in pullman, hanno raggiunto Torino per assistere alla “Cotta” della prima birra del Monferrato. C’erano i cerealicoltori produttori di orzo, i vertici di Coldiretti Asti e del Consorzio Agrario delle Province del Nord Ovest, tutti i partner del nuovo progetto di filiera che ha visto, nell’aprile scorso, l’apertura della prima malteria del Nord Italia: “Malteria Monferrato”.

La famiglia Monastra, titolare della malteria, ha voluto riunire i partner, unitamente a quanti hanno collaborato, fra cui il Sindaco e il Vice Sindaco di Villafranca d’Asti, Guido Cavalla e Roberto Guazzo. Sede dell’incontro il “Birrificio Torino” di via Parma, dove è stata avviata la produzione della prima birra ottenuta con l’orzo del nord dell’Astigiano.

Mauro Mascarello, titolare del birrificio Torino, ha accolto la delegazione, illustrando le varie fasi di lavorazione: “Sono felicissimo – ha detto Mascarello, scherzando sulle sue origini albesi, unico della famiglia a non produrre vino, bensì birra – che dopo un ventennio di esperienza in questo settore, per la prima volta, vedo finalmente avviare una produzione con la materia prima locale. Dopo la cotta, ci vorranno dalle 6 alle 8 settimane per ottenere la birra”.

“Malteria Monferrato” e “Birrificio Torino”, insieme a Coldiretti Asti e al Comune di Villafranca d’Asti, stanno quindi predisponendo, per inizio settembre, il lancio della prima birra del Monferrato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.