L’Antica Roma di Acqui Terme supera i 5000 visitatori

Ina
Pizzeria
Osteria Franco e Ciccio

Anno importante per il Civico Museo Archeologico di Acqui Terme che chiude il 2016 sopra i 5 mila visitatori (5129 ingressi), il numero più alto mai registrato a partire dalla riapertura del Museo nel 2001.

Cuspo Rugby

L’anno appena trascorso ha poi visto l’inaugurazione, al termine di oltre due anni di lavori, dei nuovi grandi depositi museali, ricavati negli spazi sottostanti il cortile delle ex Carceri, dove sono stati raccolti tutti i reperti provenienti dagli scavi, vecchi e nuovi, condotti in città, fino ad oggi conservati a Torino nei magazzini della Soprintendenza Archeologica (tra questi ricordiamo, in particolare, i grandi mosaici pavimentali romani riportati alla luce nell’area dell’ex Palaorto di via Maggiorino Ferraris) e dove sono destinati a confluire tutti i materiali che verranno alla luce nel corso dei futuri scavi in città e nel territorio.
Per il 2017 i progetti già in corso di realizzazione riguardano soprattutto la sistemazione di alcuni siti archeologici cittadini (il Teatro romano di via Scatilazzi, la Fontana romana di piazza Levi, l’area archeologica di via Aureliano Galeazzo), destinati ad essere integrati con quelli già oggi musealizzati (la Piscina romana di corso Bagni, l’area di via Cassino, oltre naturalmente agli archi dell’Acquedotto romano) allo scopo di creare una vera e propria “Acqui sotterranea”: un percorso di visita in Città che permetta di riscoprire i resti dell’antica Aquae Statiellae.

Pizzeria
Osteria Franco e Ciccio
Ina

Autore dell'articolo: Live

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *