L’invasione delle straniere ‘sole’. Quante sono e da dove arrivano. Alla faccia della Perestrojka

Osteria Franco e Ciccio

Nell’epoca della globalizzazione sociale e social, delle conversazioni intercontinentali istantanee, di Tinder, Badoo e delle migrazioni internazionali, sono sempre di più le coppie ‘miste’, lui italiano, lei straniera, o viceversa. Magari solo per un incontro fugace, per scroccare una bella serata o farsi pagare qualche bolletta. Sì, c’è anche questo e non accade solo tra coppie interrazziali, per carità. C’è chi se ne approfitta e chi si innamora, chi fa una famiglia e chi seduce ed abbandona, come nel film.

CentroStock"

Bianchi, neri, gialli, marroncini. Le opportunità per conoscere persone di altri paesi ce ne sono eccome.

Ma quanti stranieri ci sono ad Alessandria e Asti? Un uomo, ad esempio, con quante ragazze di nazionalità diverse potrebbe incontrarsi?

Ad Alessandria sono ufficialmente iscritti 3.773 cittadini comunitari (dati 31 ottobre 2016), di cui 2.135 femmine. 9.729 sono gli extracomunitari (4.781 donne). Totale stranieri: 13.502.

I Romeni sono i più rappresentati in assoluto, oltre 3300, seguono gli Albanesi: 2960. Quello che salta all’occhio è talvolta il divario di presenze, tra uomini e donne. E i maliziosi potrebbero già pensare al perché. 90 polacche e solo 18 from Poland, 45 lituane, ma solo 10 connazionali. 75 bulgari, di cui 49 donne. Locali, incontri online, appuntamenti, agenzie matrimoniali… Ognuno si faccia una propria opinione, magari sulla scorta dell’esperienza…

E così dall’ex blocco sovietico si nota un certo gap di genere: Bielorusse 22 a 7, Moldavia 70 a 27, Ucraine 316, ucraini 92. 129 russe, 24 russi. Anche il Centro-Sud-America non scherza: Colombia 40-20, Cuba 32-9. Le dominicane regnano: 117 donne, 79 maschi. E che dire delle 30 thailandesi a fronte di soli 2 maschietti? C’è anche una sola donna della Città del Vaticano, ma non è proprio a stessa cosa…

Ad Asti il divario su certe nazioni resta lo stesso. Cambiano i numeri. Russia 65-9, Lituania 27-6, Thailandia 17-3, Bielorussia 10-4. E poi: Brasile 41-16, Cuba 28-10.

Invasione? Ma di questo tipo nessuno (o quasi) si lamenta…

 

 

Osteria Franco e Ciccio

Autore dell'articolo: Live

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *