Lo chef glamour e il dolcetto d’Alba: vino e cucina visti da Cracco

È tra i vitigni autoctoni più diffusi e uno dei più antichi del Piemonte. Il suo nome deriva dalla particolare dolcezza della polpa dell’acino, mentre il vino è asciutto, secco e con un piacevole retrogusto amarognolo. Il Dolcetto è tradizionalmente il vino per il consumo quotidiano più bevuto nelle Langhe, da sempre definito il vino dell’amicizia e della compagnia per la sua leggerezza e giovialità.

Proprio a questo vino verrà dedicata un’intera piazza nel cortile della Maddalena ad Alba, dove saranno presenti i produttori e dove si svolgeranno eventi dedicati nei giorni 25/26 aprile e 1/2/3 maggio. In questa occasione, Aspettando Collisioni, in collaborazione con il Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, ha organizzato un importante incontro: protagonista sarà con lo chef più glamour d’Italia, Carlo Cracco, venerdì 24 aprile alle ore 18.30 in San Domenico ad Alba, che dialogherà con Ian D’Agata, direttore scientifico di Vinitaly e giornalista di vino a livello internazionale, nonchè creative win director di Collisioni. Un appuntamento all’insegna del gusto e del binomio cucina e vino. La storia della cucina è fatta di incontri, di scambi e di esperienze. Da sempre una tradizione in movimento che si tramanda; ed è proprio questo che Carlo Cracco farà a Collisioni.

Ingresso libero e gratuito.

www.collisioni.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.